15/09/2020 - Avviso agli studenti, alle famiglie e ai docenti.

 

Si comunica che il presente sito è stato dismesso.

E’ attivo il nuovo sito web : www.mondelliamaldi.edu.it

18/08/2020 - L’Esame di Stato 2020 all’ “Amaldi” di Statte

Anno Scolastico 2019-2020: un anno che rimarrà negli Annali della Storia della Scuola Italiana!
Un anno in cui sono state bloccate attività e persone, per contenere e contrastare il contagio da Coronavirus, nemico invisibile, subdolo e nefasto, che ancora non è stato sconfitto.
La Scuola si è dovuta riconvertire con la Didattica a distanza e mantenere i contatti con gli alunni solo da remoto, in video ed in audio. Anche l’Esame di Stato ha dovuto subire delle modifiche, ma tutto ciò non ha impedito alle eccellenze di affermarsi. Così Christian D’Ippolito, alunno di Quinta G Informatica, della Sede “Amaldi” di Statte, dopo un percorso scolastico durante il quale ha raggiunto un ottimo livello di competenze, ha avuto il giusto riconoscimento con la votazione di 100 e Lode!
Congratulazioni Christian!

05/08/2020 - AMALDI....100 E LODE !!!

In 3 minuti Giuseppe Campanella, 5C dell'ITIS Amaldi Massafra, ci racconta di sé, dei suoi progetti e del suo eccellente 100e lode all'Esame di Stato 2020.

 

20/06/2020 - La musica che unisce

La comunità scolastica dell’ITIS “Amaldi” di Statte nel periodo del lockdown e della didattica a distanza ha prodotto un video sulla base musicale di “Rinascerò rinascerai” di Roby Facchinetti. Il testo è un inno alla forza e alla resistenza degli italiani contro l’emergenza Covid-19, in particolare il Dirigente Scolastico Francesco Raguso, i docenti, gli esperti, gli studenti e i genitori hanno condiviso una pedagogia della vicinanza che cura le relazioni e l’interazione per recuperare e salvaguardare quella socialità essenziale per l’inclusione di tutti gli studenti.

 

29/04/2020 - Didattica a distanza:consegna alla Protezione civile dei dispositivi informatici destinati ai ragazzi dell'Istituto

Nei giorni scorsi, nella sede centrale a Massafra, per mano del Dirigente scolastico Francesco Raguso, e presso la sede di Statte, il nostro Istituto ha affidato alla Protezione Civile i supporti informatici per consegnarli agli studenti senza strumentazioni e promuovere così il Diritto allo studio attraverso la didattica a distanza.

  

 

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 27 aprile 2020

 

06/04/2020 - RICHIESTA DISPOSITIVO IN COMODATO D’USO PER LA DIDATTICA A DISTANZA Emergenza COVID-19

Modalità e criteri assegnazione dispositivi in comodato d’uso per didattica a distanza emergenza COVID-19

09/03/2020 - Istruzioni operative DPCM 8 marzo 2020

Si pubblica, in allegato, la circolare del Ministero dell'Istruzione (n. 279 del 9 marzo c.m.) contenente le indicazioni di applicazione del DPCM 8 marzo 2020, riguardanti le istituzioni scolastiche . 

Si invita ad un'attenta lettura e scrupolosa osservazione di tutte le misure contenute nel DPCM .

f.to Il Dirigente scolastico

19/02/2020 - Incontro con l'autore Adelmo Cervi - Sede "Amaldi" Statte

Gli alunni delle classi quinte della nostra intera istituzione scolastica e quelli delle classi terze degli istituti comprensivi “Giovanni XXIII” di Statte e “Severi” di Crispiano, mercoledì 12 febbraio hanno incontrato, nell’ambito delle attività promosse dall’ A.N.P.I. e presso la Sala convegni della sede di Statte, Adelmo Cervi, autore, insieme a Giovanni Zucca, del libro “Io che conosco il tuo cuore” ovvero della “Storia di un padre partigiano, Aldo, raccontata dal figlio ormai settantenne”. Alla presenza del Dirigente Scolastico, professor Francesco Raguso, che ha accolto e introdotto l’autore e, ancora, delle autorità locali, di alcuni rappresentanti della succitata A.N.P.I. e dei docenti che hanno preparato e accompagnato gli alunni all’incontro stesso, l’emiliano Adelmo Cervi ha raccontato la storia e il mondo, fatti di passione, di coraggio e di ideali che portarono suo padre e altri sei fratelli a cadere sotto i colpi del regime fascista, in una gelida mattina del dicembre del 1943, sottolineando con commozione il suo dolore di figlio, appena infante all’epoca dei fatti, che “non può ricordare la voce del proprio genitore o il calore rassicurante della mano dello stesso”, ma che invece può e deve rivendicare di essere stato generato da “un uomo reso grande dall’ideale della libertà e non da un mito pietrificato dallo scorrere del tempo e dalla sterilità delle ideologie”. Adelmo Cervi ha così ascoltato con attenzione tutte le domande che gli alunni presenti gli hanno rivolto e ha risposto a tutti con l’enfasi e con l’ardore tipici di chi, col personale sacrificio, ha scritto un’importante pagina di Storia della nostra Italia; il convegno si è concluso con la visione del video de “La canzone per Delmo”, scritta dal cantautore Filippo Andreani e sulle commoventi note della stessa, i presenti si sono congedati dal prestigioso ospite.

06/02/2020 - Percorso conoscitivo della Storia e della Cultura ebraiche - Sede "Amaldi" Statte

Nel tentativo di evitare l’inutile retorica di celebrazioni e di liturgie antiche e nuove e soprattutto il formalismo di certe commemorazioni ufficiali e di maniera, il 27 gennaio scorso, in occasione della ricorrenza della Giornata della Memoria, alcuni alunni dell’Istituto Amaldi di Statte hanno presentato all’intera comunità scolastica, nella sala Convegni dell’Istituto stesso, i propri lavori multimediali, frutto di ricerche e di approfondimenti circa la Storia e la Cultura ebraiche e nell’ambito di un percorso conoscitivo, giunto già al secondo anno di realizzazione.

14/01/2020 - La violenza di genere nel melodramma italiano

Estremamente emozionante e formativo è stato l’incontro che giovedì 12 dicembre scorso le classi del triennio dell’Istituto “Amaldi” di Statte, hanno avuto, nella sala convegni della scuola, con alcuni esponenti del Club Zonta di Taranto, in riferimento alla Giornata mondiale contro la violenza di genere del 25 novembre; il succitato club, ramo d’eccellenza dello Zonta International, organizzazione mondiale femminile di servizio, fondata negli USA nel 1919 e che, presente in ben 63 Paesi, promuove azioni per il miglioramento dello status delle donne in qualsiasi ambito e che organizza campagne di sensibilizzazione sui temi della violenza contro le donne e sulla difesa dei diritti delle stesse, attraverso progetti di prevenzione e di educazione, ha trattato il tema de “La violenza di genere nel melodramma italiano”, anche con l’ambizioso progetto di “iniziare” i giovani uditori alla fruizione di un linguaggio completamente sconosciuto, o quasi, come quello del gene

18/12/2019 - LEGALITÀ E DINTORNI: UNA GIORNATA PARTICOLARE

Intensa e ricca di buoni propositi la giornata che si è svolta lo scorso 9 dicembre presso l’Auditorium “Lazzàro” dell’Istituto Mondelli. Autorità pubbliche,Rappresentanti del Governo, Forze dell’Ordine e giornalisti hanno appassionato per oltre due ore con interventi mirati e competenti su “Legalità, Responsabilità, Cittadinanza attiva”.un folto pubblico di Sindaci, Autorità locali, Imprenditori, Rappresentanti della Chiesa, del mondo della Cultura e delle Associazioni, Docenti, Dirigenti scolastici e studenti delle scuole superiori. Nella tarda mattinata i relatori, accolti dal Dirigente scolastico e dagli alunni nei ruoli di hostess e steward, hanno visitato l’istituto e hanno pranzato, ospiti del Convitto.Nel pomeriggio introdotti e moderati dal giornalista Pierluigi Morizio , dopo i saluti del Dirigente scolastico Francesco Raguso e del Sindaco di Massafra Fabrizio Quarto, si sono alternati gli interventi di S.E. Claudio Maniago, Vescovo della Diocesi di Castellaneta e del Questore di Taranto Dr. Giuseppe Bellassai.Ha fatto seguito l’intervento dell’On. Lucia Azzolina, Sottosegretario di Stato all’Istruzione, che ha preso spunto dalla sua esperienza di docente per sottolineare che nell’ambito dei percorsi educativi, nulla è più importante che sviluppare insegnamenti di legalità e responsabilità nella scuola, da sempre presidio sociale e culturale di certi valori. L’On. Azzolina si è inoltre soffermata sul “Progetto Taranto”, promosso dall’attuale Governo e sui contributi voluti dal Ministro Fioramonti per le scuole della Provincia. Antonia Bellomo, Prefetto di Taranto ha sottolineato l’importanza di diffondere principi di legalità fuori dai confini strettamente istituzionali, perché diventino patrimonio comune. Mario Trifiletti, dirigente tecnico dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, dell’Ufficio VII di Taranto e vicario del Direttore Generale, ha messo in evidenza gli indirizzi perseguiti dall’USR per diffondere e consolidare i principi di Legalità negli alunni di tutti gli ordini scolastici. Anche il Colonnello Luca Steffensen, Comandante provinciale dei Carabinieri di Taranto, partendo dalla sua esperienza e raccontando aneddoti personali, ha appassionato il pubblico mettendo in evidenza i comportamenti da tenere e da non tenere per camminare nel solco della legalità.Gli studenti infine hanno posto alcune domande puntuali e pertinenti e sottolineato l’urgenza di interventi che garantiscano Legalità, Responsabilità civile e Cittadinanza attiva.L’On. Lucia Azzolina rispondendo alle domande, ha chiuso i lavori e ha ringraziato per l’occasione di incontro e l’impeccabile ospitalità.

 

15/12/2019 - IL WEN-DO O “VIA DELLE DONNE”: per celebrare la giornata internazionale contro la violenza di genere - Sede "Amaldi" Statte

Il 18 e il 25 novembre scorsi, alcune alunne dell’Istituto “Amaldi” di Statte hanno partecipato al corso di autodifesa Wen-do, tenuto dalle trainers del Centro Antiviolenza “Rompiamo il silenzio” e rivolto, appunto, alle alunne delle 2^ e 3^ classi, al fine di condurle ad un approccio alle tecniche basilari di difesa fisica e psicologica e, ancor prima, di fornire loro, validi spunti di riflessione sui delicati temi della violenza contro le donne e della sicurezza personale. Il percorso “La via delle donne”, elaborato in Canada nel 1972 da un gruppo di esperte in tecniche di combattimento sportivo, vuole insegnare a riconoscere i primi segni dei soprusi fisici e psicologici, a prendere consapevolezza delle proprie forze, ad usarle in modo efficace in situazioni di urgenza, ad essere più sicure anche nella quotidianità e a veder accresciuta la propria autostima. Tutte le alunne, anche le più timide e riservate, sin dal primo incontro si sono dimostrate interessate agli argomenti trattati e motivate a sperimentare tecniche di liberazione e di contrattacco, nella simulazione di contesti in cui esercitare le possibili reazioni, imparando a preservare il proprio spazio e a porsi con assertività di fronte ad ogni tipo di mancanza di rispetto. Le due giornate si sono concluse con l’ottimo risultato di aver fatto comprendere alle alunne partecipanti che “la paura parte dalla testa, come anche il coraggio”.

Pagine

Abbonamento a Feed prima pagina

Webmaster Prof. Angelo CAPUTO. Personalizzazione del modello  reso disponibile da Nadia Caprotti nell’ambito del progetto
"Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.